Città  >  La storia

Le chiese antiche

La chiesa di Bordonchio. La chiesa di San Martino di Bordonchio è stata costruita nei pressi dell’antica pieve di S. Martino in Burdunclo (nominata in documenti Ravennati anteriori al mille) dal 1765 al 1806. Essa presenta una pianta a croce latina.

L’interno è di stile settecentesco; da notare il crocefisso e un dipinto di scuola emiliani del 700, un organo ottocentesco, nonché pregevoli arredi d’epoca.

La chiesa di Santa Margherita e il Castello di Bellaria. Malatesta da Verucchio, detto “il Centenario”, visse dal 1213 al 1313. Divenuto signore di Rimini con un’abile politica cittadina, ebbe tre mogli; la terza, Margherita Paltanieri, gli portò in dote svariati possedimenti. In suo onore Malatesta fondò la chiesa di Santa Margherita, ancor oggi esistente, anche se giunta fino a noi rimaneggiata. Caratteristico è il campanile settecentesco a pianta triangolare. Nel 1200 questa chiesa era associata alla Villa Tumba Bellajeris, la Fortificazione costruita proprio sul fiume Uso, dove risiedevano i Malatesta. Le mura della Villa racchiudevano un’ampia corte in cui si svolgevano i lavori agricoli; ogni sera al calar del sole l’ingresso veniva sbarrato. Dal maschio, la torre principale, altissima per quell’epoca, il Signore controllava i suoi possedimenti. Nel 1412 ospitò Gregorio XII, il papa del grande scisma. Le ultime rovine del muro perimetrale del Castello sono state demolite circa dieci anni fa durante alcuni lavori sul fiume.


Info

Ufficio Cultura
Via Paolo Guidi, 108 - Bellaria Igea Marina (Rn)
Telefono: 0541.343746 / 747
Email: g.gori@comune.bellaria-igea-marina.rn.it